Archivio | 09:08

PocaBanda, da 13 anni ottimo rock ferrarese

15 Apr

Pocabanda

I PocaBanda sono una band nata circa tredici anni fa a Bondeno, che per circa dieci anni è stata una cover band, girando la provincia proponendo soprattutto rock anni ’90. Il chitarrista Nicola “Nik” Covezzi si è aggiunto in corsa al nucleo formato da Matteo “Teo” Costantini (voce), Enea “Peo” Rinaldi (basso) e Daniele “Pes” Cavicchi (batteria). Michael “Il Profe” Luppi (chitarra) nel 2012 ha, invece, sostituito Daniele Cestari. Nell’autunno del 2011 è uscito il loro primo EP omonimo, e a breve presenteranno il loro primo album. Prossimo live il 19 aprile a Villa Baglioni a Tresigallo. Partecipano anche al “RockInAde”, il concorso fra gruppi musicali organizzato in collaborazione con “La Nuova Ferrara”.

Il nome PocaBanda risale ai rimproveri che i membri del gruppo si prendevano, soprattutto i primi tempi, “quando c’era la paura, da parte dei nostri genitori, di disturbare i sonni tranquilli del vicinato”. “Fe poca camora, fe poca banda!”, “fate poco rumore”, insomma. Tre di loro – Matteo Costantini, voce, Enea Rinaldi, basso e Daniele Cavicchi, batteria – si conoscono da molto tempo, dai tempi del liceo. Man mano che il progetto musicale progredisce, si aggiungono alcuni componenti: il copparese Nicola Covezzi, e il mantovano Michael Luppi, entrambi alla chitarra elettrica.

“Abbiamo iniziato ormai più di tredici anni fa”, mi spiegano. “Siamo stati una cover band per circa dieci anni. Suonare in moltissimi pub e piazze ha rappresentato per noi la classica gavetta, utile ad abituarsi a stare davanti ad un pubblico, insomma una palestra dura, necessaria ma bellissima. A volte ci è capitato di suonare anche in tre occasioni nella stessa giornata!”. Ricordano con un po’ di malinconia quegli anni, “nella seconda metà degli anni novanta e fino agli inizi del duemila, quando c’era modo di suonare molto di più rispetto ad adesso. Molti locali proponevano musica live e di conseguenza molta più gente si spostava in giro per la provincia.” Nel 2011 esce il loro primo EP “Poca Banda”, composto da “cinque brani tra loro molto lontani nel tempo e nello stile, tutti volutamente in italiano. Sono fotografie di cose realmente accadute, scatti di vita, esperienze e considerazioni generali”. A breve uscirà il loro primo album, un concept, del quale han già terminato le pre-produzioni. Anche il RockInAde, al quale partecipano, “ha rappresentato un banco di prova molto importante, avere cioè la possibilità di suonare i tuoi pezzi di fronte a tanta gente, misurarti con altri gruppi. È stato anche bello – concludono – vedere quanto impegno c’è dietro l’organizzazione di un evento di questa portata: davvero una bella manifestazione!”

Andrea Musacci