Archivio | Barco Ferrara RSS feed for this section

Oggi a Ferrara inaugurano sei nuove mostre

5 Mar
Bruno Vidoni

Una foto di Bruno Vidoni

Sono diverse le mostre che inaugurano oggi in città.
Alle 11 nella Sala Ariosto della Biblioteca Ariostea in via delle Scienze, dove viene inaugurata la seconda parte della mostra “Bruno Vidoni. Orlando, le guerriere e il cavaliere inesistente”. L’esposizione è visitabile fino al 2 aprile da lunedì a venerdì dalle 9 alle 19, sabato dalle 9 alle 13.
Il pittore Tiberio Savonuzzi alle 18 presenta, invece, la sua nuova personale nel Ristorante Il Don Giovanni – La Borsa in C.so Ercole I d’Este, 1. Venti opere esposte alle pareti del locale per questa mostra visitabile per due mesi nei seguenti orari: dalle 11 alle 14.30 e dalle 18 alle 24, chiuso il lunedì.
Sempre alle 18 inaugurano anche all’Idearte Gallery in via Terranuova, 41 la personale “Poesie dell’anima” della pittrice italo-brasiliana Rosy Locatelli, in arte Ros Loca, e la mostra “Progetti di viaggio” nella sede dell’Associazione Rrose Selavy, in via Ripagrande, 46, con opere di Sara Menetti e Dario Grillotti. La mostra è visitabile fino al 15 aprile, il mercoledì, venerdì e sabato dalle 15.30 alle 19.30, mentre quella a Idearte tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.
Nel pomeriggio alla Galleria Artè Primaluce, con sede a Palazzo Scroffa in via Terranuova, 25, e guidata da Nadia Celi, verrà presentata la nuova mostra “L’arte dei colori in tavola”. Infine, comprende fotografie, rielaborazioni grafiche e oggetti realizzati da Susanna Denti, la mostra dal titolo “Il mondo di Sousa. Dalla radice al cielo, sotto e sopra l’albero”, aperta al pubblico alla Biblioteca Bassani del Barco (via G. Grosoli, 42), da oggi al 31 marzo (dal martedì al sabato dalle 9 alle 13, e dal martedì al giovedì anche dalle 15 alle 18.30): Iniziativa realizzata insieme al Gruppo Estense Parkinson.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 05 marzo 2016

Annunci

Nuova collettiva all’Artè. Il Perù alla Bassani

5 Dic
bassani

Amalio Guerra

La Galleria Artè Primaluce diretta da Nadia Celi presenta oggi alle 17 una nuova collettiva. Questi gli artisti in parete: Franco Menini, Ornella De Rosa, Wanda Banterle, Andrea Arminio, Giovanna Della Villa, Andrea Scurria, Gabriella Teresi, Giovanna Capraro, Giuliana Pellacani, Simonetta Barini, Roberta Sanna, Roberta Manzin, Donato Ungaro, Vincenzo Biavati, Serena Martelli, Andrea Zampollo e Angelo Raffaele Maturano. La mostra sarà visitabile fino al 2 gennaio il martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19.

Oggi, sempre alle 17, nella Galleria del Carbone in vicolo del Carbone, 18/a, il monologo “Io sono Orlando!” col burattinaio Vittorio Zanella, e il suo pupo Orlando, con testo di Lucia Boni. L’evento è legato alla collettiva “L’audaci imprese io canto”, visitabile fino a martedì. Alla stessa ora inaugura, inoltre, “Secondo verso”, personale dell’artista Romolina Trentini, esposta nello Studio Odontoiatrico di Lorenzo Bernini in via Eridania, 133/d a S. Maria Maddalena (RO).

Alle 10.30, invece, nella Biblioteca Bassani in via G. Grosoli, 42 a Ferrara (zona Barco) inaugura la mostra di fotografie in bianco e nero “Perù – Paese dai mille colori” di Amalio Guerra, in parete fino al 31 dicembre. L’esposizione è visitabile dal martedì al sabato dalle 9 alle 13, dal martedì al giovedì dalle 15 alle 18.30.

Infine, domani al Mondo Agricolo Ferrarese in via Imperiale, 265 a San Bartolomeo, all’interno della rassegna di “Dialetto in…cantato”, sarà presentata la mostra “Nascita e Vita di Cristo nell’iconografia popolare”, a cura di Luigi Fabbri e in parete fino al 14 gennaio.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 05 dicembre 2015

Alla Biblioteca Bassani collettiva del FotoClub su Tresigallo

7 Giu

mostra BassaniA partire da martedì fino al prossimo 27 giugno, nel patio della Biblioteca Comunale G. Bassani in via G. Grosoli, 42 a Ferrara (zona Barco), sarà possibile visitare la mostra collettiva dal titolo “Tresigallo a Ferrara. L’architettura razionalista nelle foto dei soci del FotoClub Ferrara”. Questo l’elenco degli artisti che esporranno le loro creazioni: Anna Maria Mantovani, Evelin Pasetti, Marija Obradovic, Stefania Ricci Frabattista, Giuseppe Potenza, Luca Zampini, Marco Minarelli, Maurizio Tieghi, Riccardo Bonfatti, Roberto Del Vecchio, Sergio Guerra, Sergio Orlandini e Werther Romanini. L’evento è organizzato da Comune di Ferrara, Servizio Biblioteche e Archivi, Biblioteca Comunale G. Bassani, Comune di Tresigallo, Federazione Italiana Associazioni Fotografiche e FotoClub Ferrara. La mostra è stata già esposta tra settembre e ottobre dello scorso anno all’Urban Center Sogni di Tresigallo e nella Via Coperta del Castello Estense di Ferrara.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 07 giugno 2015

Bambino investito da un’auto al Barco, illeso. L’appello della madre

24 Apr

2015-04-22 16.21.14«Mio figlio di dieci anni è stato investito sulle strisce, per fortuna è illeso. Mi rivolgo a voi perché non accada di peggio ad altri». È un appello fermo e coraggioso quello di M. S., madre del piccolo L., vittima di un brutto incidente lo scorso 15 aprile nella zona Barco, a due passi dal Centro L’Urlo.

Siamo in via Bentivoglio, sono le 8 del mattino, L. si sta recando alla Scuola Media Cosmè Tura insieme al cugino. Al momento di attraversare la strada dal lato del Parco della Libertà, vicino alla fermata, l’autobus che sta sopraggiungendo si ferma per farli passare, ma non una macchina che, arrivando da dietro, sorpassa il mezzo pubblico e investe il bambino. Sarà, inoltre, necessario l’intervento dell’autista del tram per convincere la signora responsabile dell’incidente, già pronta a ripartire, a trattenersi in attesa della Polizia Municipale. Solo tanta paura e qualche contusione per il piccolo L. (che ha fatto ritorno a scuola ieri, mercoledì), ma la vicenda ha convinto la signora M. a contattarci. Un doppio appello, da madre e da cittadina, rivolto sia agli automobilisti perché siano più prudenti in quel punto specifico (e non solo), sia all’amministrazione comunale perché rifletta sulla possibilità di migliorare innanzitutto la visibilità delle strisce (in buona parte scolorite) e di pensare eventualmente a un dosso rallentatore (presente in altri tratti della stessa via) se non addirittura a un semaforo lampeggiante.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 24 aprile 2015