Tag Archives: Estate doc

Estate Doc, finale con l’utopia dell’Isola delle Rose

11 Ago

e (2)Si conclude con l’utopia (impossibile?) di una Repubblica costruita su un’isola artificiale, il programma ferrarese di Estate Doc 2015, curato nella nostra città da Cristina Mazza. Stasera alle 21.30, a ingresso gratuito, a Palazzo Savonuzzi, sede del Consorzio Wunderkammer in via Darsena, 57 a Ferrara, verrà infatti proiettato il documentario “L’isola delle rose – la libertà fa paura” di Stefano Bisulli e Roberto Naccari (2009, durata 58’). I due firmano un interessante lavoro dedicato a ciò che accadde nel 1968, al largo delle coste di Rimini, a soli 11,6 km dalla battigia. Giorgio Rosa, ingegnere di Bologna classe 1925 (ancora vivo), progetta e crea l’Isola delle Rose (in esperanto Insulo de la Rozoj), una piattaforma di 400 m² con lingua ufficiale (l’esperanto, appunto), governo, moneta ed emissione postale. E con la prospettiva di crescere, nel tempo, in dimensioni e identità. Non fu, però, mai riconosciuta da alcuna nazione e nel mese di giugno dello stesso anno fu sottoposta a blocco navale, per essere poi, nel febbraio del 1969 definitivamente demolita.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara l’11 agosto 2015

Annunci

A Palazzo Savonuzzi si proietta “Il risveglio del fiume segreto”

30 Lug

Una rassegna itinerante dedicata ai film documentari di qualità fa tappa oggi a Ferrara. “Estate Doc – I confini della realtà” è il nome del progetto che oggi, il 6 e l’11 agosto si fermerà nella nostra città, a Palazzo Savonuzzi, sede del Consorzio Wunderkammer in via Darsena, 57.

e (2)Questo il programma delle proiezioni, a ingresso gratuito e con inizio alle 21.30: oggi Il risveglio del fiume segreto, di Alessandro Scillitani (2012), il 6 agosto Green lies, di Andrea Paco Mariani, Angelica Gentilini (2014), l’11 agosto L’isola delle rose – La libertà fa paura, di Stefano Bisulli e Roberto Naccari (2009).

La settima edizione di Estate Doc farà, o ha già fatto tappa a Bologna, Modena, Parma, Ravenna, Forlì–Cesena ed è organizzata da D.E-R Documentaristi Emilia Romagna in collaborazione con l’Assemblea legislativa della Regione. Tra le più grandi rassegne italiane itineranti del cinema documentario, in tre mesi porta oltre trenta appuntamenti a ingresso gratuito in tredici sedi diverse, per un totale di trenta film documentari. Alle proiezioni si affiancano le presentazioni dei film da parte degli autori.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 30 luglio 2015