Archivio | 08:13

Tecniche di sviluppo e stampa con Benedetta Biscaro

14 Gen

bg_pic1Parte oggi il laboratorio di camera oscura di Benedetta Biscaro, per apprendere le tecniche di sviluppo e stampa tradizionale a pellicola in bianco e nero. Le lezioni teoriche introdurranno al processo di sviluppo e stampa dei propri negativi supportato con esempi pratici attraverso l’attrezzatura che poi sarà utilizzata in camera oscura nelle ultime lezioni.

Le cinque lezioni (a parte la seconda) si svolgeranno nella sede operativa della BBros in via Zucchini, 79 a Ferrara. Primo incontro oggi alle 19, le altre sabato 24 e mercoledì 28 gennaio, mercoledì 4 e 11 febbraio. Costo 180 € iva compresa.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 14 gennaio 2015

(immagine tratta da http://www.benedettabiscaro.it)

Omaggio alla stampa nella personale di Orioli

14 Gen

2015-01-10 17.58.43Oltre a ricoprire un ruolo importante nel panorama giornalistico italiano (in quanto vicedirettore de Il Sole 24 ore), Alberto Orioli porta avanti anche una originale attività artistica. In omaggio al suo lavoro ha intitolato “Menabò” la nuova personale, presentata sabato alle 18 alla Galleria del Carbone in Via del Carbone, 18/a. Oltre all’artista e a Paolo Volta della Galleria, è intervenuto anche Patrizio Bianchi.

Orioli ci spiega come la mostra spazi tra un approccio “tecno-entusiasta” e uno “intimista”. Nelle ventidue opere propone un ready-made attraverso il collage di pagine di quotidiani (italiani ed esteri) con oggetti apparentemente poco vicini al mondo della carta stampata: viti, chiodi e bulloni.

2015-01-10 18.24.48Un omaggio surreale all’informazione cartacea, che rischia di diventare, con l’irrompere irrefrenabile della stampa digitale, “un oggetto di culto”. Una riscoperta, dunque, della materialità come elemento originario della lettura, con le sue spirali di parole, “scarnificate e reinventate” in un linguaggio eclettico e al tempo stesso universale, in una parola: artistico.

La mostra è visitabile fino al 25 gennaio dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 20, sabato e festivi dalle 11 alle 12.30 e dalle  17 alle 20, chiuso il martedì.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 14 gennaio 2015