Archivio | 08:15

Lavoro, oltre cento persone alla maratona di lettura

9 Ago

2013-08-08 11.22.26

Più di un centinaio di persone hanno presenziato ieri all’undicesima edizione della Maratona di lettura “Liber Labor/Letture del lavoro” alla Biblioteca Bassani, nel quartiere Barco di Ferrara. I motivi dell’ottimo successo riguardano innanzitutto il fatto che l’iniziativa rappresenta ormai un appuntamento “obbligato” prima della pausa di ferragosto. A ciò si aggiunga l’ottima organizzazione e la capillare diffusione dell’evento. L’originalità risulta, comunque, sicuramente l’aspetto dominante, vista la possibilità per chiunque sia un lettore appassionato o un semplice curioso, di avere i propri cinque minuti “di gloria”. Un’occasione per mettersi in gioco e per condividere insieme a tante altre persone il piacere della lettura, per sua natura privato, personale. Oltre al nutrito pubblico, che dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.30 ha assistito alle letture, più di settanta sono state le lettrici e i lettori che hanno portato il loro personale contributo. Nella sala auditorium della biblioteca comunale, lungo tutta la giornata è stato il lavoro il fil rouge che ha unito le letture, tessendo con il pubblico una trama invisibile ma forte, creando un’atmosfera di intima condivisione. Si è spaziato dalla narrativa all’economia, dalla poesia alla tecnologia, dal diritto alla filosofia. Da letture in italiano ad altre in dialetto ferrarese, passando da toni più ironici ad altri malinconici, da testi critici ad altri più leggeri. Ai brani di Calvino, Bacchelli, Gallino o Levi (solo per citarne alcuni) facevano da sfondo diverse immagini proiettate, rappresentanti il lavoro minorile e quello artigianale, il lavoro nei campi o gli articoli 1 e 4 della nostra Costituzione, fondamentali nel rappresentare il lavoro come cardine della nostra democrazia.

2013-08-08 10.49.41

Dopo la prima lettura dell’Assessore Aldo Modonesi, si sono susseguiti via via gli altri interventi, intervallati da alcuni canti del Coro delle Mondine di Porporana. Particolarmente toccanti sono state le letture da parte di due detenuti del carcere di Ferrara, in permesso: Rocco Cardilli e Gianni Lasagni. La loro partecipazione è stata possibile grazie a Horacio Czertok del Teatro Nucleo di Pontelagoscuro e al Garante dei detenuti della Regione Emilia-Romagna. Oltre all’instancabile responsabile Luisa Martini e agli altri impiegati della Biblioteca Bassani, hanno collaborato all’organizzazione dell’evento la Circoscrizione 3 del Comune di Ferrara, il Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara e l’Associazione Amici della Biblioteca Ariostea.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 09 agosto 2013

Annunci