Archivio | 09:57

Lezioni sulla cristianità a Casa Cini

24 Feb

portici6Cinque sono gli incontri organizzati dall’Istituto diocesano di cultura Casa G. Cini e l’Ufficio diocesano di Arte Sacra e Beni Culturali per riscoprire e approfondire le prime tracce della presenza cristiana nel territorio ferrarese durante l’epoca costantiniana e tardo imperiale, attraverso i rinvenimenti archeologici e le fonti scritte. Le lezioni saranno tenute da importanti archeologi e storici alle 17 presso l’Istituto di Cultura Casa G. Cini in via Boccacanale di Santo Stefano. Un percorso, questo, che rientra pienamente nella “Nuova Evangelizzazione” promossa da Papa Francesco, riscoprendo le antiche evangelizzazioni e dunque le nostre radici più profonde.

La prima lezione, dal titolo “Prime tracce di presenza cristiana nel nostro territorio: Comacchio” si è tenuta lunedì 17 febbraio con la relazione del prof. Sauro Gelichi, ordinario di archeologia medievale presso l’Università Cà Foscari di Venezia. Oggi, invece, avrà luogo il secondo incontro, “Prime tracce di presenza cristiana nel nostro territorio: zona ferrarese”, tenuto dalla dott.ssa Fede Berti, archeologa e già direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Ferrara. La dott.ssa Berti focalizzerà l’attenzione sul tema delle prime tracce cristiane nella zona attorno a Ferrara illustrando gli scavi da lei condotti a Voghenza, a Santa Maria in Padovetere vicino a Lagosanto e nella necropoli dei Fadieni a Gambulaga. Continuando nel programma, il 10 marzo lo studioso Alberto  Andreoli terrà la lezione dal titolo “Implantatio ecclesiae: S. Cassiano e S. Giorgio”, nel quale verrà messa in luce l’origine delle basiliche cattedrali della nostra diocesi.

Il 24 marzo invece don Paolo Cavallari, parroco della Concattedrale di Comacchio, parlerà – nell’incontro “Dall’eremo alla missione” – dei monaci di Sant’Alberto in Pereo i quali, nell’alto medioevo, si trasferirono nei territori dell’attuale Polonia con un intento evangelizzatore. Infine, l’ultimo incontro in programma si svolgerà il 7 aprile e vedrà Antonio Manfredi, vicedirettore della Scuola Vaticana di Biblioteconomia, confrontarsi con il tema “Pomposa: spiritualità e cultura”. Per informazioni consultare il sito http://www.casacini.altervista.org.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 24 febbraio 2014