Tag Archives: Ponte Rodoni

Joseph Auquier, le immagini della personale al Carbone

3 Apr

[Qui il mio articolo dedicato alla mostra al Carbone]

Tre sono le tappe espositive del creativo francese Joseph Auquier (al secolo Angilella) nel nostro territorio.

Qui le immagini della personale inaugurata ieri alla Galleria del Carbone (in via del Carbone, 18/a), mostra di dipinti e disegni dal titolo “I sogni del signor Moreau”. La mostra è visitabile fino al 17 aprile dal mercoledì al venerdì dalle 17 alle 20, sabato e festivi dalle 11 alle 12.30 e dalle 17 alle 20.

Le altre due esposizioni, entrambe visitabili fino al 1 maggio, sono all’Antica Osteria Scciancalegn a Ponte Rodoni, vicino Bondeno, l’ultracentenario locale in via Virgiliana, 221, con la mostra dal titolo “Cuori a Bisanzio. Pastelli esoterici”, mentre alla Casa d’arte “Il vicolo” di Bondeno oggi inaugura la sua personale di fotografie, “Le magie di Alcina e altre fantasie fotografiche”.

Le mostre sono organizzate da Associazione Bondeno Cultura, Galleria del Carbone, Antica Osteria Scciancalegn, Casa Vidoni, Casa d’arte “Il vicolo”, Fotoclub Ferrara, in collaborazione con Galleria L’Arche (gestita da Auquier e dalla moglie Myriam Angilella-Scot) e Centro Etnografico di Ferrara.

Andrea Musacci

 

Annunci

“Cuori a Bisanzio”, i pastelli di Auquier a Ponte Rodoni

1 Apr

12920333_1040343256039228_717503651736644659_nOggi alle ore 18 nell’Antica Osteria Scciancalegn a Ponte Rodoni, vicino Bondeno, l’ultracentenario locale in via Virgiliana, 221, viene inaugurata la mostra dal titolo “Cuori a Bisanzio. Pastelli esoterici”, dell’artista francese Joseph Auquier. Fino al 1 maggio prossimo nell’osteria gestita da Antonella Lorenzoni è possibile visitare questa che è la prima delle tre personali che Auquier presenta nel fine settimana a Ferrara e provincia. Domani, infatti, alle 17.30 alla Galleria del Carbone di Ferrara presenta i suoi dipinti e disegni, mentre domenica, sempre alle 17.30, alla Casa d’arte “Il vicolo” di Bondeno inaugura la sua personale di fotografie.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara l’01 aprile 2016