Archivio | 09:19

Credere e sapere. C’è il libro di Pietro Bolognesi all’Ariostea

26 Set

Oggi alle ore 17 nella Sala Agnelli della Biblioteca Ariostea vi sarà un nuovo incontro con l’autore. Il libro di cui si discuterà è “Tra credere e sapere. Dalla Riforma Protestante all’Ortodossia riformata” (Alfa & Omega, 2011) di Pietro Bolognesi. Insieme all’autore dialogheranno Paul Finch e Piero Stefani.

Il libro in questione affronta alcune riflessioni riguardo al rapporto tra un’intuizione e la sua definizione organica, tra il credere nel suo più originario nocciolo e la consapevolezza di quel credere. Il tutto partendo dall’ambito del cristianesimo protestante, dalla Riforma e le sue conseguenze. Pietro Bolognesi (classe 1946) è un pastore e teologo italiano protestante.

Attualmente è pastore di una Chiesa evangelica di Padova, nonché docente di teologia nella stessa città veneta.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 26 settembre 2013

Alla Bassani le foto di Negri sul Delta

26 Set

Non una semplice mostra fotografica, ma una vera e propria esperienza visiva e sensoriale.

Da giovedì 19 settembre, fino a sabato 19 ottobre, è possibile visitare “DeltaPoRoad – Teoria e pratica della percezione” di Fabio Negri nella zona espositiva della Biblioteca Comunale Bassani di via G. Grosoli, 42. L’autore nella sua esposizione accanto alle opere con gli scatti realizzati nel Delta del Po propone alcune tele che riproducono le superfici fotografate.

Quest’anno Negri ha vinto il Premio “Eccellenza” del Delta del Po nell’ambito della manifestazione del 409° anniversario del taglio di Porto Viro. L’ingresso alla mostra, gratuito, è possibile negli orari di apertura della biblioteca: dal martedì al sabato: 9-13 e martedì-mercoledì-giovedì dalle 15 alle 18:30.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 26 settembre 2013

A Idearte Gallery sono esposte le donne formose della Covi

26 Set

OLYMPUS DIGITAL CAMERA Un turbinio di spontanea allegria, di calda veracità. Questo è ciò che trasmettono le opere di Rossana Covi, esposte all’Idearte Gallery in via Terranuova, 41 fino al 5 ottobre prossimo. Sabato  vi è stato il vernissage di questa interessante personale che l’artista ferrarese dedica all’universo femminile. L’esposizione contiene diversi acquarelli creati circa due anni fa, i quali prendono spunto, innanzitutto, da una ragazza “in carne” notata davanti alla Torre Eiffel a Parigi. Covi ci spiega come abbia cercato di trasmettere l’idea che “la donna non debba privarsi della felicità di portare in giro ciò che ha, ciò che è,  della felicità insomma di essere vivi.” Soggetti delle opere, quindi, sono donne dalle forme burrose, dai corpi imponenti. Figure calde e formose, che ballano il tango, che vanno in bicicletta o che in spiaggia non temono, tenendo in braccio un bambino, di mostrarsi in costume da bagno. Nelle opere si nota anche una passione, molto femminile, per le scarpe col tacco, che risaltano, con la loro forma e i loro colori, ancor più la bellezza delle gambe. La galleria è aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.30, sabato e domenica su appuntamento.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 26 settembre 2013

2013-09-21 19.04.12