Archivio | 11:02

Lazzari incanta ancora il pubblico ferrarese

13 Ago

P1000206La loggia, e il relativo giardino, di Palazzina Marfisa d’Este sembrano ideati per accogliere determinati eventi, grazie all’atmosfera raccolta e misteriosa che li pervade. È il caso, ad esempio, del concerto “Corde di seta”, svoltosi domenica sera e che ha visto protagonista il pianista e compositore Jacques Lazzari, classe ’95. Circa un anno fa, il 20 luglio, Lazzari suonava, nello stesso luogo, per la prima volta alcune sue composizioni in pubblico col concerto “Il pianoforte dietro la luna”. “Lanterne sulle note”, invece, è il titolo dell’esibizione svoltasi lo scorso novembre alla Sala della Musica del Chiostro di S. Paolo.

Un’ora di concerto, più di cento presenti per questo nuovo successo che conferma ancor di più Lazzari come talento indiscusso nel panorama musicale ferrarese (e non solo), riuscendo ogni volta ad attrarre un pubblico eterogeneo per età e gusti musicali. Il giovane pianista ha proposto tredici suoi brani, alcuni dei quali eseguiti insieme ad altre due giovani promesse, la violoncellista Matilde Lotti e il violinista Francesco Sambo, entrambi classe ’96. Questa la scaletta dei brani eseguiti: Gocce di Bronzo, Meditation I, Ombrelli di carta, Short 013, Words and paper, A-02, Just awake, L’attesa, Meaning I, Rem, Ver., Mood of viewer, Doucement.

L’organizzazione dei concerti estivi “Musica a Marfisa d’Este”, in programma fino al 17 agosto, è a cura del Circolo Culturale “Amici della Musica G. Frescobaldi” in convenzione con la Fondazione Teatro Comunale Ferrara – Città Teatro. Gli incassi verranno devoluti all’AMA Associazione Malattie Alzheimer.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 12 agosto 2014

“Fabrizio Sauro Blues Trio” protagonista al Parco Urbano

13 Ago

P1000166“DegustiBlues & Jazz” propone stasera il secondo dei quattro appuntamenti in programma ad agosto. Quattro mercoledì sera all’insegna del connubio tra musica blues/jazz e una proposta enogastronomica originale e di qualità. Il tutto nella suggestiva atmosfera del Camelot Cafè, situato al Parco Urbano G. Bassani in via Bacchelli.

Per quanto riguarda il live, stasera è il turno del “Fabrizio Sauro Blues Trio” che,  oltre a Federico Pellegrini, cantante, armonicista e titolare dell’enoteca “Al brindisi” di Ferrara, comprende Fabrizio Sauro (chitarra) e Franz Boni (basso). Fabrizio Sauro, classe ‘69, inizia a studiare sui dischi di Robert Johnson, Muddy Waters, Albert Collins, Jonny Winter e Roy Buchanan. Nel’94 si trasferisce a Chicago dove ha l’occasione di accompagnare in due serate la grande Koko Taylor. Quattro anni dopo, nel ’98,  suona a Cairns, in Australia insieme a Mick Taylor, storico chitarrista storico dei Rolling Stones, e tornato in Italia fonda la Rollin’and Thumblin’ Blues Ban. Registra poi un CD, molto apprezzato dalla critica, dal titolo “Railway to hell”.

Francesco “Franz” Boni dal 2002 insegna presso la Scuola di musica “Fra le quinte” di Cento (FE), dal 2010 organizza la rassegna musicale “Jazz in Baia” e dal 2013 insegna anche alla scuola di musica “Andreoli” di Finale Emilia. La cena/degustazione con abbinamento vini locali è a 30€ a testa, su prenotazione al 335-7197188.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 13 agosto 2014

La magia delle “Serate a corte” nel Castello

13 Ago

11108948-ferrara-emilia-romagna-italia--il-castello-medievale--quot-castello-estense-quot--14--secoloIl quinto appuntamento della rassegna “Serate a corte” nel Castello Estense di Ferrara avrà luogo stasera. Alle 19 vi sarà la visita guidata nelle sale del Castello, con un aperitivo finale nella stupenda cornice del Giardino degli Aranci, mentre alle 21 l’evento prosegue con la visita guidata tematica dal titolo “Donne a corte. L’altra faccia del potere”, un percorso per conoscere le donne della Corte Estense, le vicende a loro legate, i loro caratteri, le loro personalità.

Le esistenze delle consorti dei nobili signori d’Este, il lato della storia più intimo, riaffiorano attraverso le parole esperte delle guide di “Itinerando” che, grazie ai testi storici, ci fanno conoscere aspetti del passato estense meno noti.

Le sale del Castello risuonano delle parole della più famosa di tutte, Lucrezia Borgia, delle musiche delle Dame dalle notevoli doti vocali, delle danze eleganti che rallegravano le serate a corte, dei saggi consigli politici che le figure femminili elargivano in assenza dei mariti. L’evento è promosso dalla Provincia di Ferrara e curato da “Itinerando”, società da quasi vent’anni attiva nel campo dei servizi turistici di accoglienza. L’aperitivo, invece, è proposto da Orsatti Group. Il programma completo delle iniziative e le tariffe di ingresso sono visibili sul sito http://www.castelloestense.it. Si partecipa su prenotazione contattando la biglietteria: 0532-299233 o 299338, o scrivendo a castello.estense@provincia.fe.it.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 13 agosto 2014