Archivio | 07:17

Ferrara, madre ritira la figlia dal nido perché l’assistente è down

8 Ott

Leggi i miei due articoli usciti su la Nuova Ferrara:

Annunci

L’amicizia tra Ariosto e Calcagnini oggi a Palazzo Bonacossi

8 Ott
Ludovico Ariosto

Ludovico Ariosto

“Ludovico Ariosto e Celio Calcagnini: storia di un’amicizia” è il nome dell’incontro organizzato da Istituto di Studi Rinascimentali, Musei Civici di Arte Antica – Storico Scientifici e Comune di Ferrara, in attesa del convegno e delle iniziative previste per i 500 anni dalla prima edizione dell’ “Orlando furioso”. Sarà il Prof. Franco Bacchelli, dell’Università Alma Mater di Bologna, oggi alle ore 17 a relazionare nella sala conferenze di Palazzo Bonacossi, via Cisterna del Follo, 5 a Ferrara.

Celio Calcagnini e Ludovico Ariosto, pur nella grande diversità di interessi, furono buoni amici per oltre cinquanta anni. Calcagnini, che pur evitava l’uso del volgare, difese l’opera massima dell’Ariosto da un ignoto detrattore nel suo dialogo “Equitatio” – di cui è stato recentemente reperito l’autografo – pur deplorando, affettuosamente, che l’amico non avesse scritto l'”Orlando furioso” in metro latino epico.

Ma fu quasi sicuramente il Calcagnini che, traendole dalla sua grande biblioteca – il cui catalogo è riemerso solo recentemente – fece leggere all’Ariosto le anche allora rarissime “Intercenales” dell’Alberti – che poi di nuovo si smarrirono sino al ritrovamento del 1964. Un gruppo di scritti sarcastici ed amari che tanto servirono alla costruzione dell’episodio lunare del poema ariostesco e la cui influenza si vede anche negli “Apologi”, ora dimenticati, di Celio. L’ingresso alla conferenza è libero e gratuito.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara l’08 ottobre 2015