Tag Archives: Pieve di Cento

Museo MAGI ‘900, ecco 50 opere dalla sterminata collezione

4 Mar

Il MAGI ‘900 – Museo delle eccellenze artistiche e storiche (www.magi900.com) è stato ideato e fondato nel 2000 da Giulio Bargellini. Si trova a Pieve di Cento (BO), in via Rusticana.

Il museo, ricavato in un vecchio silo del grano del 1933 , nasce come Museo d’Arte delle Generazioni Italiane del ‘900, poi, dal 2006 con il secondo ampliamento e con la nuova denominazione MAGI ‘900, ha allargato i propri interessi, fino ai nuovi spazi inaugurati nel 2015.

A fianco dell’immensa collezione dedicata agli artisti e alle correnti tra XX e XXI secolo, vi sono le opere d’arte (di Lavina Fontana, Guido Reni, Guercino, Scarsellino) salvate dal crollo della Collegiata di Santa Maria Maggiore di Pieve di Cento, fortemente danneggiata dal sisma del 2012.

Qui sotto potete trovare una selezione di 50 tra le migliaia di opere presenti nel Museo.

(Per conoscere il nome dell’artista, basta passare col cursore sopra la foto)

Andrea Musacci

Annunci

“L’Annunciazione” torna a risplendere dopo il restauro

9 Dic
Tasini con L'Annunciazione - Copia

Licia Tasini davanti a “L’Annunciazione”

Ieri pomeriggio al Museo Magi 900 di Pieve di Cento si respirava l’atmosfera delle grandi occasioni per la presentazione de “L’Annunciazione” (olio su tela, 1646) del Guercino da poco restaurata. Circa duecento le persone presenti all’evento nel quale sono intervenuti l’Assessore alla Cultura Angelo Zannarini, Luigi Ficacci, Soprintendente Belle Arti di Lucca e Massa Carrara, Licia Tasini, che ha eseguito il restauro nei mesi scorsi e Giulio Bargellini, fondatore del Magi. Sono inoltre intervenuti Paolo Musto del Lions club e Sandra e Alberto Alberghini, che hanno contribuito al progetto insieme a Genus Bononiae e Fondazione Carisbo.

Zannarini ha sottolineato come «i pievesi siano legati a quest’opera e agli altri capolavori», molti dei quali portati dopo il sisma dalla Collegiata di Santa Maria Maggiore al Magi, tra cui, oltre all’opera del Guercino, anche tele di Guido Reni e dello Scarsellino.

Bargellini, Tasini, Zannarini e Ficacci

Da sinistra, Bargellini, Tasini, Zannarini e Ficacci

La Tasini ha invece spiegato come «da diversi anni si parlava della necessità di fare il restauro, ma solo potendola analizzare bene al Magi ho compreso la necessità dell’operazione». Il lavoro, sempre aperto al pubblico, è stato suddiviso in diverse fasi: alcune operazioni preliminari, tra cui la rimozione di una patina grigia (composta da sporco ambientale e vernice ingiallita dall’ultimo restauro del 1967-‘68), e solo a seguire il restauro pittorico vero e proprio.

Sull’importanza di valorizzare le opere si è soffermato Ficacci, che ha sottolineato come la mostra bolognese “Da Cimabue a Morandi – Felsina pittrice” (visitabile fino al 30 agosto) «non abbia reso abbastanza onore all’opera del Guercino», per via dei troppi capolavori presenti. L’intervento dello studioso è proseguito elogiando «la mano leggera, delicata e sapiente di Licia Tasini», e riflettendo sull’arte come «professione di verità», soprattutto nella sua «semplicità metafisica», così ben espressa nella tela del Guercino.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 09 dicembre 2015

Oggi al Magi 900 “L’Annunciazione” del Guercino dopo il restauro

8 Dic
9.pieve di cento.guercino

“L’Annunciazione”, Guercino (1646)

Giornata speciale oggi al Magi 900 di Pieve di Cento (BO), dove protagonista sarà Guercino con un suo noto dipinto, tornato da poco al Museo per essere restaurato. Stiamo parlando de “L’Annunciazione” (3,23 x 1,98 m.), olio su tela realizzato nel 1646 e di proprietà del Comune di Pieve di Cento, che oggi alle 16 verrà presentato da Angelo Zannarini, Assessore alla Cultura del Comune, Luigi Ficacci, Storico dell’arte e Soprintendente Belle Arti di Lucca e Massa Carrara, e Licia Tasini, che proprio al Magi dal 6 ottobre al 27 novembre scorsi ha eseguito la pulitura e il restauro conservativo. L’intervento è stato reso possibile da Genus Bononiae – Musei nella città, Sandra e Alberto Alberghini e Lions Club di Pieve, insieme all’Amministrazione comunale.

L’opera fu commissionata da Francesco Maria Mastellari per la pala dell’altare maggiore della Chiesa della Ss.ma Annunziata degli Scolopi direttamente al Guercino. La sua originalità risiede nel fatto che è raffigurato Dio Padre mentre istruisce l’Arcangelo Gabriele su cosa riferire a Maria, assorta nella lettura.

Lo scorso 5 febbraio la Soprintendenza di Bologna insieme a una ditta specializzata ha prelevato il dipinto dal Magi – dov’è custodita dal sisma del 2012, essendo danneggiata la sua vecchia “casa”, la Collegiata di S. Maria Maggiore a Pieve di Cento – per portarlo nel capoluogo. Qui è stata esposta nella grande esposizione a Palazzo Fava, “Da Cimabue a Morandi – Felsina pittrice”, visitabile dal 14 febbraio al 30 agosto scorsi e curata da Vittorio Sgarbi.

L’evento di oggi, a ingresso libero, segue quello del 28 novembre scorso quando sono stati inaugurati i nuovi spazi espositivi del Museo, mentre giovedì alle 18 viene presentata la mostra di opere antiche della Fondazione CariCento.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara l’08 dicembre 2015

Tra mostre ed eventi un fine settimana ricco di iniziative artistiche

28 Nov
ganzaroli

Un’opera di Ganzaroli

“L’illustrazione naturalistica” è il nome del workshop e della conferenza in programma oggi dalle ore 10 alle 18 al Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara, in via Filippo de Pisis, 24. L’evento, realizzato in collaborazione con l’Associazione Autori Diari di Viaggio, sarà diretto da Andrea Ambrogio, illustratore naturalista.

Alle 16.30 invece al Museo Magi 900 a Pieve di Cento inaugura la nuova ala espositiva. Il museo, fondato dall’industriale Giulio Bargellini, completa i propri spazi arrivando a esporre quasi integralmente la propria collezione d’arte moderna e contemporanea. All’inaugurazione saranno presenti, tra gli altri, Patrizio Bianchi, Assessore Regione dell’Emilia-Romagna, Luciano Caramel, docente e storico dell’arte e Valeria Tassinari, curatrice scientifica del Magi.

Tornando a Ferrara, alle 17.30 nello Spazio d’arte l’Altrove in via de’ Romei, 38 a Ferrara vi sarà l’inaugurazione della mostra “L’Introspezione, il Tempo, l’Armonia”, un omaggio alla Metafisica, con le opere dei veneti Carmine Tisbo (scultore) e Franco Bennato (pittore).

Alle 18 invece Maurizio Ganzaroli presenta la sua nuova mostra personale dal titolo “Espressioni”, esposizione permanente nell’albergo San Paolo a Ferrara, in via Baluardi 11. Ganzaroli propone acrilici, installazioni e tecniche miste, con opere dalle produzioni “Electric girls”, “les jeunes filles de l’obscuritè”, “sons of the silent age”, “terre tuttora inviolate”.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 28 novembre 2015

Le incisioni di Bertacchini al Museo Magi ‘900

19 Set
Una delle opere in mostra

Una delle opere in mostra

Nuova mostra al Museo Magi ‘900 di Pieve di Cento (BO). Ieri alle 18 ha inaugurato l’esposizione di Luciano Bertacchini (1913-2010), “La trama del segno”, presentata da Adriano Baccilieri e visitabile fino al 6 ottobre. La mostra con le incisioni, curata dalla Fondazione che porta il suo nome, permette di scoprire uno dei lati meno noti della sua attività artistica. In esposizione vi saranno più di cinquanta incisioni realizzate con la tecnica all’acquaforte.

Bertacchini nasce e muore a Bologna. Si diploma all’Accademia di Belle Arti della sua città, con maestri Virgilio Guidi e Giorgio Morandi. Pittore e critico d’arte, ha collaborato con quotidiani, riviste e con la RAI-TV. Sue opere sono in importanti gallerie d’arte e raccolte private.

Gli orari di apertura sono dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18, a ingresso libero.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 20 settembre 2015

Chiude la mostra di Daniela Carletti al Magi ‘900

17 Giu

11401100_798939523556727_6193661753221822065_nOggi alle 18 nel Museo Magi ‘900 a Pieve di Cento (BO) avrà luogo l’evento di chiusura della mostra “Sulla via degli aironi” dell’artista ferrarese Daniela Carletti, inaugurata il 16 maggio. In quest’occasione sarà proiettato in anteprima il video “Sulla via degli aironi”, ideato e realizzato da Marinella Rescigno e Davide Pastorello, con la coreografia e l’interpretazione della danzatrice Caterina Tavolini.

«L’idea del video – ci spiega la Carletti – mi è venuta in un incontro casuale con Caterina qualche giorno prima dell’inaugurazione». La reciproca stima ha permesso la nascita di questo progetto, nel quale è stata coinvolta la videomaker Marinella Rescigno, collaboratrice del Teatro Comunale di Ferrara e del Teatro Nucleo di Pontelagoscuro, e che è stato presentato, insieme alla curatrice Valeria Tassinari, a Giulio Bargellini, fondatore del Museo Magi ‘900, mostratosi fin da subito favorevole.

Nel video, tutto da scoprire per le emozioni che riesce a donare, la Tavolini ha voluto interpretare due anime delle creazioni della Carletti, vale  a dire «la serenità e la forza che si alternano nella mia rappresentazione della natura». Due anime che lei sa fondere magistralmente.

Andrea Musacci

Pubblicato (in versione ridotta) su la Nuova Ferrara il 17 giugno 2015

Le opere di Daniela Carletti in mostra a Pieve di Cento

23 Mag

Mostra CarlettiTredici opere di tecnica mista su carte giapponesi, grandi tele che riempiono di magia le pareti dell’IN BOX del Museo MAGI ‘900 di Pieve di Cento. La nuova personale di Daniela Carletti “Sulla via degli aironi”, inaugurata sabato scorso e visitabile fino al 15 giugno, ripropone le atmosfere a lei tipiche, attraverso creazioni che vanno dal 2013 fino alle ultime, da poco concluse (“La migrazione delle farfalle n. 2” e “Orchidee vulcaniche n. 2”). Una natura, quella dell’immaginario della Carletti, tanto luminosa quanto misteriosa, in perenne rinascita e sempre sull’orlo di un agguato, un sogno sempre pronto a tramutarsi in incubo. Un’atmosfera di serenità mai ingenua, sdolcinata, quindi, ma costellata di immagini a tratti inquietanti (la farfalla nera, gli occhi della tigre di notte). Grandi mondi che costringono il visitatore tanto a innalzare lo sguardo quanto a perdersi nei particolari, nei tanti universi sempre al limite dell’onirico, nel quale forte è la tentazione di perdersi.

Ricordiamo, infine, come il talento della Carletti abbia già da tempo conquistato anche il Medio Oriente. Nel 2013 e 2014 all’Emirates Palace Hotel di Abu Dhabi e poi a Dubai ha presentato la personale “Metamorphosis”, curata prima dalla Swiss Art Gate Uae di Kurt Blum e quindi da Artissima Art Gallery di Aurela Cuku. Ha esposto anche in tre mini-collettive, sempre con Artissima negli Emirati Arabi, l’ultima delle quali, “Inspiring Collections” alla Sharjah University lo scorso ottobre, le ha fatto guadagnare una pagina sul New York Times Style Magazine.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara (in versione ridotta) il 23 maggio 2015