Archivio | 12:23

Al via il Festival di Letteratura Ambientale

18 Ott

Palazzo Paradiso AriosteaOggi alle 9.30 nella Sala Agnelli della Biblioteca Ariostea in via Scienze, 17 si svolgerà “Ambientalibri. Terzo Festival di Letteratura Ambientale, Agroenergie ed Energie Rinnovabili”. Obiettivo del festival, comprendere le rinnovabili e la loro importanza per il futuro. La tavola rotonda è condotta da Maurizio Menicucci, giornalista RAI e direttore di TG3 Leonardo, e intervengono Francesco Arecco, autore di “Energia da biogas”, Maria Luisa Doldi e Francesco Duroni, autori di “Rinnovabili: se non ora quando”. L’evento è a cura di Legambiente Ferrara, Circolo Raggio Verde e Agire Sociale Ferrara.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 18 ottobre 2014

Annunci

Omaggio alla saba tra storia e prelibatezze

18 Ott

10698533_837527059613066_7950993157012013620_n“Non solo saba. Dalla saba all’aceto balsamico è l’evento che si tiene oggi e domani in Piazza Municipale a Ferrara ed è dedicato a questo sciroppo d’uva (o mosto cotto). Ideato da Adelaide Vicentini in collaborazione col Rione San Paolo, l’evento vede l a presenza di molti produttori agricoli. Oggi alle 10.30 apertura con la sfilata storica e alle 11 e alle 16 dimostrazione di pigiatura. Inoltre, dalle 10 alle 23, apertura degli stand dei produttori, mentre il ristorante sarà aperto dalle 11 alle 23. Infine, alle 22 avrà luogo un’esibizione di focolieri.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 18 ottobre 2014

A Rrose Sélavy incontro con Sorrini dedicato a Rangel

18 Ott

2014-10-03 20.17.08Oggi alle 18 presso la sede dell’Associazione Rrose Sélavy, in via Ripagrande, 46 a Ferrara, avrà luogo l’incontro con Alfredo Sorrini, curatore della mostra “Lo sguardo perturbante. Scatti di Ricardo Rangel” visitabile nello stesso luogo fino al 15 novembre. Alfredo Sorrini, docente al Liceo Artistico “Francesco Arcangeli” di Bologna, grazie al progetto “L’etica è ospitalità: esperienze di scambio scolastico tra Italia e Mozambico”, l’anno scorso si è recato, insieme a Gerardo Fulginiti e a quattro studenti, a Maputo (Mozambico), per studiare il lavoro di Rangel, che spiegherà ai presenti.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 18 ottobre 2014