Archivio | 08:51

Domani il libro di Joshua O’Stee a Feltrinelli

17 Ott

O'SteeNel programma delle presentazioni letterarie della libreria Feltrinelli, in via G. Garibaldi, 30 a Ferrara, domani alle 17.30 si parlerà del romanzo “Rutti di presenti indigesti” dello scrittore rodigino J. H. O’Stee. Questo lo pseudonimo di Giorgio Umberto Osti, interessante scrittore al debutto con questo libro uscito lo scorso anno per Pendragon editore, nella collana “L’inferno”.

Due sedicenti scrittori danno sfogo alla loro follia sotto forma di invettive esilaranti, sussurrate, velate e nostalgiche nel caso di Guy Lafent; più sbraitate, inverosimili, lisergiche in quello di J.H. O’Stee. Un sottile, micidiale sarcasmo a fare da trait d’union tra i due scatenati scrivani, ai quali si oppongono il compassato Mentore e l’esagerato Allievo. Uno stile barocco e surrealista, pieno di ritmo, dà corpo a un’opera in cui letteratura e vita, pazzia e coscienza, invenzione e realtà finiscono per coincidere. Prefazione del comico e attore Claudio Bisio.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 17 ottobre 2014

Annunci

La personale di Mariotti in mostra a l’Altrove

17 Ott

Il lago dei cigni - MariottiDomenica presso lo Spazio d’Arte l’Altrove in via De’ Romei, 38 a Ferrara verrà inaugurata la penultima mostra del Progetto 2014 “Tensioni e paradossi”. Alle 17.30 le curatrici Francesca Mariotti e Silvia Greggio presenteranno “Tessiture” di Stefano Mariotti. A conclusione di questo progetto, la mostra di Mariotti sembra far prendere forma allo stesso concetto di “paradosso”, cioè para-doxa, oltre l’opinione, quindi “oltre l’apparenza”, quella coltre di gesti e dichiarazioni che nascondono la realtà delle cose. Lo stesso artista spiega come “il gioco psicologico che intendo portare all’attenzione è basato su questo duplice aspetto di vedo e non vedo, come se tenessi volutamente socchiusa una porta che nasconde un qualcosa”, attraverso fili che al tempo stesso nascondono e svelano.

La mostra sarà visitabile fino al 30 ottobre nei seguenti orari: da martedì a venerdì dalle 17 alle 20, mercoledì e giovedì dalle 10.30 alle 13.30, sabato su appuntamento.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 17 ottobre 2014

Domenica tra mondo rurale e scuola al MAF

17 Ott

Alda Costa - MAFAl MAF – Mondo Agricolo Ferrarese in via Imperiale, 265 a S. Bartolomeo questa sarà una domenica “Tra mondo rurale e istruzione pubblica”. In particolare, nell’ambito del Progetto “80° Scuola Alda Costa. 1933-2013”, l’Istituto Comprensivo Statale ”Alda Costa” di Ferrara presenta la mostra fotografica e il catalogo “Ottant’anni di vita per la scuola Umberto I – Alda Costa”, a cura di Maria Bonora e Paola Chiorboli. Il progetto si presenta come itinerario fotografico per conoscere la storia della scuola inaugurata ottant’anni fa con il nome “Umberto I”. L’esposizione è stata presentata lo scorso marzo presso le Grotte del Boldini in via Previati, 18 a Ferrara.

Il catalogo contiene tra l’altro alcuni brevi interventi di Francesco Scafuri, Anna Maria Quarzi, Maria Bonora e Paola Chiorboli, oltre a interviste a ex studenti dell’Umberto I. Il pomeriggio vedrà anche un ricordo di Beniamino Biolcati, presentazioni di libri e letture di poesie in dialetto.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 17 ottobre 2014

All’ARCI Bolognesi volti di donne nella violenza

17 Ott

Volti di donneDomani alle 17 al Circolo ARCI Bolognesi in p.tta San Nicolò, 6/a a Ferrara verrà inaugurata “Volti di donne dalle crisi umanitarie”, progetto realizzato da Medici Senza Frontiere e dall’Istituto Europeo di Design (IED) – Sezione Arti Visive Milano. La mostra fotografica propone una lettura dei volti dalle crisi umanitarie: donne protagoniste, motore trainante delle famiglie in tutto il mondo e al tempo stesso estremamente vulnerabili e costantemente sotto la minaccia di violenze. Il progetto si inserisce all’interno di “Oltre la frontiera”, manifestazione che propone un percorso di promozione culturale riguardo alla parità tra uomo-donna, alla solidarietà fra i popoli, all’integrazione razziale e alla cooperazione allo sviluppo di Paesi poveri e/o colpiti da conflitti armati. L’evento è organizzato in occasione del 18 Ottobre, Giornata europea contro la tratta di esseri umani e del 25 Novembre, Giornata internazionale contro la violenza alle donne.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 17 ottobre 2014

Matteotti, il fascismo e l’attività di sindacalista

17 Ott

Matteotti sindacalistaGiacomo Matteotti non fu solo Deputato e dirigente di partito ma anche, dopo l’eccidio del Castello estense del 20 dicembre 1920, Segretario della Camera di Lavoro di Ferrara. “Matteotti sindacalista” è il nome del convegno svoltosi ieri nella Sala del Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara, dedicato a questo suo ruolo meno noto ma non meno importante. Raffaele Atti (Segretario Generale CGIL Ferrara) nella sua introduzione ha denunciato come “anche oggi molti mettano in dubbio il ruolo del sindacalismo confederale”. Da qui l’importanza di “rivendicare la propria storia, come stratificazione di valori e pratiche per il presente”. Sono seguiti i saluti di Tiziano Tagliani e Tiziana Michela Virgili, rispettivamente Sindaco di Ferrara e di Fratta Polesine (dove nacque Matteotti). Hanno dunque relazionato Massimo Luigi Salvadori, Anna Salfi (Presidente Fondazione Argentina Bonetti Altobelli), Antonella Guarnieri (Museo del Risorgimento e della Resistenza), Davide Mantovani, Gennaro Acquaviva (Presidente Fondazione Socialismo) e Adolfo Pepe (Direttore Fondazione Giuseppe Di Vittorio). È venuta fuori l’immagine di un Matteotti ostracizzato anche da comunisti e socialisti massimalisti, nonostante il suo autentico riformismo e il suo aver visto, primo fra tutti, l’inevitabile approdo dittatoriale del fascismo, a dimostrazione del suo essere un “veggente politico”.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 17 ottobre 2014