Archivio | 09:59

Da domani al Boldini fotografie in nome dell’ironia

6 Gen

10274226_1269233916425324_6735974489895815273_n“Noi RITRATTIamo” è il nome della collettiva organizzata dal Fotoclub di Ferrara nelle Grotte del Boldini in via G. Previati, 18. L’esposizione fotografica inaugura domani alle ore 21 e sarà visitabile fino al 17 gennaio, a ingresso libero e con orario dalle 17 alle 21.

Domani sera durante la presentazione avrà luogo una conferenza dedicata all’autoritratto fotografico d’autore tenuta da Roberto Roda, fotografo e responsabile del Centro Etnografico del Comune di Ferrara e dell’Osservatorio sulla Fotografia.

“Con quella faccia un po’ così, quell’espressione un po’ così, che abbiamo noi…” è la citazione, tratta dal brano “Genova per noi” di Paolo Conte, scelta per presentare questa mostra all’insegna dell’ironia e dell’autoironia. Questi i fotografi che esporranno: Anna Maria Mantovani, Dimitra Dimopoulou, Evelin Pasetti, Judith Balari, Gaetano Cavicchi, Giuseppe Potenza, Matteo Martoni, Mario Bettiato, Maurizio Tieghi, Nunziato Santoro, Roberto Mascellani, Sergio Guerra, Daria Baglioni, Elisa Catozzi, Germana Melotti, Stefania Ricci Frabattista, Gian Paolo Lorenzoni, Luca Zampini, Marco Zerbini, Massimo Scaramelli, Nedo Zanolini, Roberto Del Vecchio, Roberto Mezzadri, Sergio Orlandini.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 06 gennaio 2016

Annunci

Alle 18 al Carbone inaugura la personale dell’artista Luca Serio

6 Gen

11037246_10206895519720053_4269482573848013443_nInaugura oggi alla Galleria del Carbone la prima esposizione del nuovo anno. Alle ore 18 in vicolo del Carbone, 18/a, Ferrara, verrà, infatti, presentata “Cancell’azioni”, personale del giovane artista Luca Serio, organizzata in collaborazione con l’Associazione Bondeno Cultura, con il patrocinio del Comune di Ferrara, e visitabile fino al prossimo 24 gennaio.

Come scrive Alice Rubbini nel catalogo della mostra, “il suo immaginario è popolato da presenze, talvolta cariche di tensione in lotta con il Segno che al contempo le genera ed intrappola, a volte fumose apparizioni colte nell’attimo appena precedente alla loro definitiva scomparsa”.

Luca Serio, bolognese classe ’88, ha recentemente vinto il primo premio, ex aequo, della Prima Biennale d’arte intitolata a don Franco Patruno, con il trittico “Figura con cane. (Susy e Maia)”. Dal 29 al 31 gennaio prossimi, inoltre, parteciperà al Setup Contemporary Artfair 2016 a Bologna. I suoi legami con la Galleria del Carbone nascono nel 2014, quando partecipa, tra agosto e settembre, alla collettiva “Noema” insieme a Lino Acconcia, Federico Aprile e Adonai Sebhatu, progetto esposto sia al Carbone sia al Condor cafè di via San Romano.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 06 gennaio 2016