Archivio | 10:00

Mostra degli studenti delle Accademie al Museo Magi 900

17 Mag

Magi 900“Da mangiare con gli occhi – Giovani artisti, freschi sapori” è il nome della collettiva degli studenti dell’Accademia di Bologna e Ravenna che ha inaugurato ieri sera alle 18.30 al Museo Magi ‘900 in via Rusticana a Pieve di Cento (BO). L’esposizione curata da Valeria Tassinari col coordinamento di Paola Babini, Beatrice Buscaroli, Bruno Bandini e Rinaldo Novali sarà visitabile fino al 14 giugno da martedì a domenica dalle ore 10 alle ore 18. In occasione dell’EXPO 2015 di Milano, il Magi ‘900 invita all’arte come a un banchetto da gustare, inaugurando nella Notte dei Musei uno spettacolo dei sensi ispirato al nutrimento, al rapporto tra materia e spirito.

Giocando tra citazione e invenzione, innovazione e tradizione, gli studenti sono stati invitati a esporre opere liberamente ispirate alla parola “cibo”, per una mostra in cui i colori diventano odori e sapori e tutte le forme e i materiali possibili suggeriscono consistenze da assaporare.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 17 maggio 2015

Lorenzo Maniscalco in mostra da Artè Primaluce

17 Mag

Mostra ad Artè 16 maggioLe creazioni di un giovane pittore, Lorenzo Maniscalco, sono state presentate ieri alle 17 alla Galleria Artè Primaluce nella mostra “Sfaccettature di vita”, visitabile fino al 30 maggio. Maniscalco, nato a Sciacca (AG) nel ‘91, è l’unico artista nato dopo il ‘90 nel programma della Galleria in via Ripagrande, 84.

“Un ragazzo che vive per l’arte”, lo definisce Nadia Celi, cresciuto con due genitori artisti e successivamente iscrittosi all’Istituto Statale d’Arte di Sciacca. Nonostante la giovane età, Maniscalco ha già partecipato a numerose estemporanee e collettive. Per lui l’arte è un insieme di emozioni da trasmettere, “un’arma che si ha a disposizione per esternare i propri ideali, i propri stati d’animo, qualcosa che permette di condividere col mondo i propri sentimenti più profondi”. Egli intende svelare i lati misteriosi dell’universo e infatti le sue immagini conservano un aspetto “pittorico”, senza ricerca di illusionismi fotografici.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 17 maggio 2015

Festival delle Arti, inaugurata la prima tappa

17 Mag
Festival delle Arti

Performance Teoremino, di Teorema Fornasari

Ha preso avvio ieri la prima tappa (fino al 21 maggio) del 3° Festival delle Arti di Ferrara, in programma fino a ottobre e dal titolo “La bellezza tra Arte&Gusto”. La prima settimana di eventi si svolge nella Sala S. Francesco, tra via Terranuova e via Savonarola. A cura di Francesca Mariotti (Presidente dell’Associazione Olimpia Morata) e Silvia Greggio, l’evento ospita un ampio panorama dedicato alle arti visive e contemporanee. Oltre a coinvolgere diversi artisti, il Festival si apre alle nuove tecnologie e a tutte le espressioni della creatività come la moda, l’arte performativa, la musica e lo spettacolo.

Pittura, fotografia, installazioni e scultura sono miscelate per un’affascinante avventura sensoriale e visiva. Performances si alterneranno a balletti e concerti, incontri ed esibizioni. Coinvolgimento sarà anche richiesto ai singoli partecipanti per quanto concerne il gusto, con la richiesta di procurare un assaggio di sapori tipici.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 17 maggio 2015

“Sulla via degli aironi” al Museo Magi 900

17 Mag

Daniela CarlettiL’incanto e la meditazione tipiche delle opere di Daniela Carletti sbarcano al Museo MAGI 900 di Pieve di Cento (in Via Rusticana, 1) con la personale “Sulla via degli aironi”. Ieri alle 18.30 è stata inaugurata l’esposizione, che sarà visitabile fino al prossimo 15 giugno.

Ispirato alla Natura, evocata con una sensibilità immediata e incantata, il percorso creativo di Daniela Carletti esplora una dimensione sospesa tra sogno e realtà, in un’incessante ricerca di armonia. Il procedere è lento, in continuo bilico tra istinto e riflessione, volutamente decantato con l’uso di tecniche esclusivamente manuali, carte e cromie preziose, elaborate con metodi tradizionali, solo recentemente accostate a rielaborazioni digitali.

Ospitata nello spazio Open Box, la mostra si propone come immersione in un respiro magico, in una stanza-natura dove sembra di sentire una sottile sintonia con le creature che popolano paesaggi rarefatti al limite del fiabesco.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 17 maggio 2015