Archivio | 09:34

A Ibs Boatti racconta la strage di Piazza Fontana

7 Nov

downloadIl libro di Giorgio Boatti, “Piazza Fontana. 12 dicembre 1969: il giorno dell’innocenza perduta” (Einaudi, 2009) verrà presentato oggi alle 17 presso la Libreria Ibs.it in Piazza Trento e Trieste a Ferrara. Oltre all’autore interverranno Andrea Baravelli, storico dell’Università degli Studi di Ferrara (il quale ricostruirà la fase storica), Paolo Veronesi, costituzionalista dell’Università di Ferrara, ed Eleonora Brusi con una lettura scenica. L’evento dal titolo “Stragismo. La bomba di Piazza Fontana” fa parte del ciclo di incontri dal titolo “Passato Prossimo. Pagine recenti di storia costituzionale”, organizzato dal Dottorato di ricerca in Diritto costituzionale, nell’ambito delle iniziative trasversali di IUSS-Ferrara 1391. Inoltre, martedì 11 alle 21 in Sala Estense avrà luogo il monologo teatrale, per la regia e l’interpretazione di Mauro Monni, dal titolo “Feltrinelli. Una storia contro”.

Durante il ciclo di incontri saranno affrontati, oltre alla stagione dello stragismo, quelle dell’affermazione dei diritti civili, del terrorismo, della partitocrazia, del populismo, grazie a cinque libri presentati: oltre a quello di Boatti, i saggi di Oreste Pivetta, Miguel Gotor, Piero Ignazi e Giovanni Orsina.

L’intero ciclo è pensato per studenti e dottorandi, ed è accreditato nelle attività di formazione e aggiornamento dall’Ordine dei Giornalisti della regione Emilia-Romagna e dell’Ordine degli Avvocati di Ferrara.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 07 novembre 2014

In Sala Agnelli si riparte dal lavoro

7 Nov

2_Ripartiamo dal lavoroIl lavoro in relazione all’identità e alla cittadinanza, all’interno della crisi di rappresentanza e di democrazia. Questo il tema del libro “Ripartiamo dal lavoro. Autonomia, riconoscimento e partecipazione”, a cura di Davide Dazzi e Cesare Minghini, pubblicato da Editrice Socialmente. Oggi alle 17 verrà presentato presso la Sala Agnelli della Biblioteca Comunale Ariostea in via Scienze, 17 a Ferrara.

Ne discuteranno Cesare Minghini, presidente IRES (Istituto di Ricerche Economiche e Sociali) Emilia-Romagna, Carlo Galli, Presidente Fondazione Gramsci Emilia-Romagna, e Raffaele Atti, Segretario Generale CGIL Ferrara. Coordina Roberto Cassoli dell’Istituto Gramsci di Ferrara, che organizza l’iniziativa insieme alla Camera del Lavoro CGIL di Ferrara. L’altro autore, Davide Dazzi, dal 2008 è ricercatore dell’IRES Emilia-Romagna.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 07 novembre 2014

Mostra “Per non dimenticare” gli eccidi fascisti e nazisti

7 Nov

Mostra 'Per non dimenticare'Nell’ambito del programma di commemorazione degli eccidi fascisti e nazisti a Ferrara (15 novembre ‘43 e 17 novembre ’44), giovedì 13 novembre verrà presentata la mostra “Per non dimenticare”, a cura dell’Istituto di Storia Contemporanea cittadino e con il contributo del Comune di Ferrara. Per tutta la giornata vi saranno numerosi eventi per ricordare il 71° anniversario dell’Eccidio Estense.

La mostra, già presentata lo scorso gennaio, verrà esposta al pubblico nei pressi del muretto del Castello Estense (luogo dell’eccidio durante la “lunga notte del ‘43”), in concomitanza con la cerimonia di commemorazione alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, che si svolgerà dalle 11.30. L’esposizione, invece, sarà visitabile dalle 10 alle 18, anche nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 novembre. In caso di maltempo, invece, sarà allestita presso il Salone d’onore del Municipio nei giorni 13, 14, 15 novembre, sempre dalle 10 alle 18.

Andrea  Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 07 novembre 2014

“Con gli occhi dell’anima”, a opera di marito e moglie

7 Nov

Mostra AltroveSono marito e moglie i due artisti che da domani, fino al 22 novembre prossimo, esporranno presso lo Spazio d’arte l’Altrove in via De’ Romei, 38 a Ferrara. “Con gli occhi dell’anima” è, infatti, il nome della bipersonale di Dolores Cripezzi e Alessandro Mazzuca, a cura di Francesca Mariotti e Silvia Greggio.

Domani alle 17 inaugurazione e presentazione della mostra con le opere di questa coppia residente a Lodi, (anche se lui è di origini toscane e lei abruzzesi) in un dialogo intimo con la propria terra, con la natura, in un richiamo continuo tra le rispettive opere. Infine, Mazzuca presenterà anche le sue ultime “carte” ad acquerello.

Questi i giorni e gli orari di apertura della galleria per poter visitare la mostra: da martedì a venerdì dalle 17 alle 20, mercoledì e giovedì dalle 10.30 alle 13.30, sabato su appuntamento. Per informazioni: Spazio d’arte l’Altrove, tel. 0532-1824984 o cell. 349-6957480, oppure mail a info@artelaltrove.it.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 07 novembre 2014

Al MAF la mostra fotografica di Mantovani e Tieghi

7 Nov

Mostra MAFDomenica alle 15 verrà presentata la mostra fotografica di Anna Maria Mantovani e Maurizio Tieghi dal titolo “Terra toscana”. Luogo di questa esposizione – visitabile fino al prossimo 3 dicembre – il MAF  (Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese), in via Imperiale, 263 a San Bartolomeo in Bosco.

L’inaugurazione della mostra fa parte del programma di eventi previsti per la giornata “Tra fotografia, poesia e teatro dialettale”, organizzata dal MAF col Comune di Ferrara, l’Associazione “MAF”, in collaborazione con il Cenacolo di Cultura Dialettale “Al Tréb dal Tridèl” di Ferrara.

Dopo la presentazione della mostra, Ricordo di Carlo Lambertini, poeta e fine dicitore ferrarese, a cura della Compagnia Teatrale Ferrarese “I ragazìtt da ’na vòlta”, e “Fare teatro dialettale in un quarto d’ora”, quinta Rassegna Interprovinciale nella quale attori singoli e Compagnie delle province di Bologna, Modena e Ferrara si disputeranno il “Trofeo MAF”.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 07 novembre 2014

A Copparo la mostra “Tempeste” del pittore Fabbriano

7 Nov

Mostra Copparo FabbrianoDomani alle 17 inaugura la mostra del pittore Fabbriano dal titolo “Tempeste”, personale che raccoglie le sue opere più significative dagli anni ’90 ad oggi. Sarà la Galleria Civica Alda Costa, in via Roma, 36 a Copparo, a ospitare quest’esposizione organizzata dal Centro Studi Dante Bighi, con il supporto di Comune di Copparo e Teatro De Micheli.

La mostra, visitabile fino al 7 dicembre, raccoglie una quarantina di tele di questo pittore espressionista, al secolo Ivano Fabbri, nato a Ferrara nel ’36. Già alla fine degli anni ’60 viene apprezzato dal pittore Oskar Kokoschka, che gli permette di esporre, nel ’70, alla Galerie Eichinger a Monaco di Baviera. Nel ‘77 è inserito nell’Archivio Storico delle Arti Contemporanee della Biennale di Venezia, e ha esposto, tra l’altro, a Palazzo Barberini a Roma nell’ ‘84. La mostra sarà visitabile il mercoledì e il sabato dalle 15.30 alle 18.30 o su appuntamento, chiamando i numeri 0532-861339/ 0532-864633.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 07 novembre 2014

Torna “Blow-up” di Antonioni su iniziativa del Teatro Nucleo

7 Nov

blow upLo scorso marzo iniziò “Queremos tanto a Julio – Anno Cortàzariano”, in occasione del centenario della nascita del grande scrittore e drammaturgo argentino Julio Cortàzar. L’evento – organizzato da Teatro Nucleo, gestore del Teatro Cortàzar di Pontelagoscuro – si concluderà oggi alle 18 presso la Sala Boldini in via Previati, 18 a Ferrara con la proiezione del film di Michelangelo Antonioni “Blow-Up”, ispirato al racconto “Las babas del diablo” di Cortàzar. La proiezione sarà preceduta da letture, a cura di Teatro Nucleo, di alcuni brani dello stesso scrittore. L’Anno Cortàzariano ha coinvolto diverse espressioni artistiche, dalla musica alla gastronomia, dalla poesia alla danza, oltre al teatro e al cinema.

“Blow-Up”, del 1966, ha vinto la Palma d’Oro al Festival di Cannes nel 1967. Nel cast, tra gli altri, vi sono David Hemmings, Vanessa Redgrave e Jane Birkin, mentre la sceneggiatura fu scritta da Antonioni insieme al grande poeta Tonino Guerra. Come ebbe a dire lo stesso regista riguardo al racconto, «non mi interessava tanto la vicenda, quanto il meccanismo delle fotografie. La scartai e ne scrissi una nuova, nella quale il meccanismo assumeva un peso e un significato diversi». L’evento è stato realizzato con il patrocinio di Comune di Ferrara, Ambasciata Argentina di Roma, Istituto Italo-Latino Americano, e con la partecipazione del Festival Internazionale di Letteratura di Milano e Biblioteca Bassani di Ferrara.

Andrea Musacci

Pubblicato su la Nuova Ferrara il 07 novembre 2014